Trend nazionali e mondiali dell’Ho.re.ca: il 2021 secondo Alfa Forni

Il 2020 è stato un anno complesso per il settore della ristorazione e dell’Ho.re.ca.

La crisi sanitaria ha fatto sì che molti tra clienti e operatori del settore abbiano preferito spazi all’aperto. Una tendenza che con molta probabilità vedremo ancora nel prossimo anno.

Il mondo Alfa ha subito inizialmente gli effetti delle restrizioni per arginare la pandemia, registrando un leggero calo della domanda riguardante la gamma professionale e i trend nazionali e mondiali dell’Ho.re.ca. totalmente sconvolti.

Al contrario però l’esigenza di riorganizzare le attività in strutture all’aperto, su food truck o di predisporre le cucine per il delivery ha portato la necessità di dotarsi di forni professionali più piccoli, utili per gestire ordini da asporto o per essere installati su veicoli.

 

Solidarietà, sostegno e intuizione: come Alfa ha affrontato la crisi del 2020

«Sin dalle primissime settimane di questo anno appena concluso – racconta Sara Lauro – abbiamo capito che qualcosa stava per accadere, con notizie dall’estremo oriente tutt’altro che rassicuranti e il sentore che i trend nazionali e mondiali dell’Ho.re.ca. e della ristorazione designati al termine dell’anno precedente non fossero in linea con quanto stavamo percependo.

La paura che il virus SARS-CoV-2 potesse uscire dal suo luogo di nascita ed espandersi altrove era un’ipotesi decisamente concreta che ha fatto traballare non pochi mercati, costringendoci ad affrontare immediatamente un nemico all’epoca totalmente sconosciuto di cui non conoscevamo nemmeno la potenza.

Il mondo in altre parole era potenzialmente in difficoltà, ne avevamo sentore dalle richieste di rassicurazione dei nostri clienti e partner.

È per questo motivo che sin da subito abbiamo deciso di affrontare quel clima di incertezza con il sostegno. Abbiamo messo in atto tutta una serie di pratiche che potevano andare incontro a partner commerciali e clienti.

SCOPRI MAGGIORI DETTAGLI, RICHIEDI PREVENTIVO

 

Restyling della gamma professionale: un nuovo approccio alle richieste di mercato

Il 2020 non è stato solo un anno caratterizzato da un forte bisogno di sostegno e solidarietà ma anche un periodo in cui ogni previsione fatta in precedenza è stata totalmente stravolta.

 

I nostri partner infatti hanno avuto bisogno di rassicurazioni rispetto alle consuete abitudini di produzione e vendita e di un vero e proprio cambio di passo rispetto alle esigenze di mercato, drasticamente cambiate rispetto alle anticipazioni dei trend.

Se fino a poche settimane prima infatti la richiesta dei forni professionali verteva su prodotti

capienti, in grado di soddisfare le esigenze di ristoranti, pizzerie e quant’altro, da un momento all’altro quegli stessi ristoratori hanno avuto bisogno di modelli più pratici, abbastanza contenuti da poter essere installati su food truck ma con la medesima resa che ci si aspetta dai prodotti di Alfa Forni.

Il cambio repentino nella tipologia di domanda ha comportato una spinta aziendale per far fronte alle nuove richieste di mercato.

È proprio per questo che Alfa Forni sta investendo su un restyling della gamma professionale: questo farà sì che l’azienda possa rispondere, nell’anno che sta per aprirsi, alle richieste dei consumatori in linea con le esigenze dettate dalle nuove abitudini.

 

Aumento della produttività e adattamento alle nuove esigenze

«Il 2021 si aprirà con un restyling pensato per far fronte alle nuove esigenze di mercato» spiega Andrea Lauro, head of operations di Alfa Forni.

«L’anno che sta per chiudersi ha visto stravolgere i trend nazionali e mondiali previsti per il mondo dell’Ho.re.ca. Nonostante tutto l’azienda è stata in grado di far fronte alle necessità dei nostri consumatori, aumentando la propria capacità produttiva e rispondendo alle esigenze per uso professionale.

 

In questo contesto, vista la previsione dei trend del prossimo anno, abbiamo deciso di fare un restyling della linea professionale per soddisfare in maniera ancora più puntuale alle richieste del 2021.»

Un cambio di passo in linea con le aspettative dei nostri partner commerciali che avranno così la massima libertà di movimento rispetto alle opportunità di business del prossimo anno.