Flue System – sistema di evacuazione fumi brevettato Alfa Forni

Nella cupola dei nostri forni è integrato il sistema di evacuazione fumi brevettato Alfa Forni, dalla particolare geometria tale da aumentare il percorso della combustione sia a legna che a gas; migliorando l’efficienza termica della macchina si evita la fuoriuscita di scintille o fiamme libere nelle istallazioni indoor con allaccio alla canna fumaria, permettendo all’operatore di chiudere lo sportello quando il forno è in funzione senza che il tiraggio ne risenta.

Nei forni in commercio i fumi fuoriescono dalla camera con un tragitto diretto verso la sommità della cupola senza subire variazione di percorso significativi e senza barriere, con temperature dei fumi elevate in uscita ed evidenti ripercussioni sul tempo di riscaldamento e sul consumo di combustibile (vedi fig. A).

II fumo, quindi, abbandona la camera di combustione avendo ceduto in minima parte il suo calore.

In altri casi, i fumi sono deviati verso la bocca del forno per poi incanalarsi verso l’uscita fumi: i percorsi non sono ottimizzati peggiorandone le prestazioni (vedi fig. B)

 

Grazie al nostro brevetto Flue System (vedi fig. C) i fumi prodotti nei nostri forni salgono verso l’alto richiamati dal tiraggio naturale del forno, incontrano il cielo e  subiscono una prima deviazione e, prima di abbandonare la camera di combustione, viaggiano attraverso la sezione di uscita del sistema di evacuazione, il fumo è quindi costretto a subire una ulteriore deviazione e infine attraversa delle fessure di dimensioni e forma opportune tali da ottimizzare il flusso in uscita, proteggendo tutte le parti.

In tal modo i fumi sono “schiacciati” nella parte alta della camera di combustione, rallentando il loro flusso ascensionale; il contatto con le superfici avviene per un tempo maggiore e la temperatura di combustione aumenta grazie all‘irraggiamento diretto verso il piano di cottura.

Quindi, grazie a questo brevetto, i forni professionali Alfa sono i migliori forni sul mercato sia dal punto di vista del mantenimento del calore nella camera di combustione, sia per i consumi di legna e gas, con un risparmio incredibile di tempo nel raggiungimento dei 500° gradi.

La pizza avrà quindi un tempo di cottura tra i 60 e i 90 secondi, a seconda della scelta del pizzaiolo e della tipologia di impasto utilizzato, con un risultato stupefacente: la pizza risulterà cotta perfettamente sotto e sopra, con il classico effetto maculato che ne certifica la perfetta cottura.