Cottura della pizza a vista: come organizzare lo show cooking perfetto

 In Notizie e stampa

Il termine show cooking è entrato di diritto nel vocabolario della cucina italiana, anche se non tutti sanno esattamente cosa significhi. Lo show cooking (anche scritto showcooking o cooking show) è uno spettacolo nel quale uno chef o un pizzaiolo qualificato si mette in mostra e cucina dal vivo, svelando trucchi e ricette dei piatti che sta preparando.

Lo show cooking è la nuova tendenza che i clienti ricercano con insistenza sempre maggiore, desiderando di vedere all’opera gli chef mentre lavorano prodotti di qualità e partecipando ad un vero e proprio spettacolo.

Ogni piatto viene descritto e illustrato a tutti i commensali, i quali possono fare domande e togliersi dubbi, oltre ovviamente ad assaggiare un menu ricercato e imparare ricette sempre nuove. Una lezione di cucina, fatta da uno chef, è decisamente un’esperienza unica e rara che porta numerosi vantaggi per ogni tipo di attività.

Anche per quanto riguarda il mondo delle pizzerie, lo show cooking rappresenta una delle strategie originali ed innovative per la crescita e la promozione dell’attività. Cuocere le pizze a vista significa, infatti, sorprendere i propri clienti, dal palato ormai sempre più ricercato e raffinato.

A tal proposito, sempre più pizzerie sfruttano gli show cooking e la cottura della pizza a vista come mezzo originale e divertente per entrare in contatto con il pubblico e far conoscere ed apprezzare le proprie prelibatezze. In quest’ottica, la pizza cotta sul piano di lavoro della cucina è il miglior biglietto da visita per la pizzeria.

Lo show cooking in pizzeria: come organizzarlo evitando i flop

Per una pizzeria, prediligere la strada della cottura della pizza a vista vuol dire optare per una scelta mirata degli spazi, dall’acquisto al posizionamento stesso dei macchinari.

Gli stessi strumenti di cottura sono indispensabili per uno show degno di questo nome: è importante dotarsi di forni perfetti per creare lo spettacolo della cucina nei ristoranti, nelle pizzerie, nei bar, nei caffè e in tutti i luoghi dove si serva la pizza ai clienti. Con i giusti strumenti a disposizione, vediamo quali sono i punti fondamentali per uno show cooking che si rispetti.

1. La scaletta delle idee

Preparare una scaletta aiuta a riordinare le idee e a dare una coerenza allo show. Sarà necessario segnarsi i tempi in cui si pensa di realizzare e spiegare ogni singola ricetta, il tempo per preparare gli strumenti ed il tempo per allestire lo spazio.

Potrebbe tornare utile anche fare uno schizzo per presentare i prodotti, specialmente in quei pochi casi in cui non è concessa la degustazione: in questo caso, si dovrà puntare tutto sulla scenografia e sulla bravura dei pizzaioli nel cuocere la pizza a vista, rendendola gustosa solo allo sguardo.

 

2. Il menù

Un nodo cruciale da sciogliere è il menù. Costruire un buon menù è davvero fondamentale e deve necessariamente essere studiato ad hoc: sarà utile capire se lo scopo dello show cooking è la promozione di un prodotto o di un ingrediente specifico. Nel primo caso, saranno fondamentali preparazioni che rendano indispensabile l’utilizzo dello strumento (ad esempio, il forno). Nel caso in cui il focus sia sull’ingrediente, bisognerà trovare il modo di prepararlo facendo sì che colore, profumo e gusto siano equilibrati fra loro.

Nella stesura del menù, bisognerà tenere conto della deperibilità di alcuni alimenti: se, ad esempio, non si ha a disposizione un frigorifero, si dovrà optare per alimenti non deperibili. Le ispirazioni per il menù si possono attingere dagli eventi sul territorio, dalle ricorrenze di quel periodo e, perché no, dalla stagionalità e dalla tipicità degli ingredienti.

3. Gli ingredienti

Gli ingredienti dovranno assolutamente essere di qualità. Affinché l’aspetto non deluda, sarà necessario fare attenzione alla forma ed al calibro: cuocere a vista una pizza ai quattro formaggi utilizzando ingredienti fuori luogo non sarà visivamente d’impatto.

Potrebbe rivelarsi utile avere cura di procurarsi ingredienti comodi da trasportare e, magari, già pesati. Semplificando il lavoro prima, si riuscirà ad avere una performance più convincente e professionale: l’immagine che verrà data, sarà rilassata e sicura.

4. Il forno: scegliere il giusto mix tra design e tradizione

Il segreto di un’ottima pizza è, come è ben noto, il forno a legna. La tecnica di cottura e il design richiamano alla genuinità e alla tradizione e riusciranno a destare l’attenzione dei clienti durante la cottura della pizza a vista.

Per un ottimo show cooking, i forni a legna da incasso rappresentano la soluzione ottimale per una cottura della pizza a vista che attragga la curiosità anche dei clienti più esigenti. Nonostante le dimensioni, questa tipologia di forni può essere agevolmente installata all’interno di qualsiasi tipo di ristorante: basterà togliere il forno dall’imballaggio, trovare il posto adatto e incassarlo. La versatilità e il design dei forni a legna da incasso permettono una perfetta integrazione con gli altri mobili e strumenti presenti nella cucina del ristorante, donando a questo spazio un aspetto più accattivante.

Invece, se lo spazio a disposizione non è abbastanza per un classico forno a legna da incasso, la soluzione ideale è un forno per pizza da posare sul piano di lavoro. Le ultime innovazioni tecnologiche in campo di compattezza e di riduzione dello spazio consentono di acquistare degli strumenti di cottura con la produttività di un forno per pizza tradizionale a legna, senza i suoi classici inconvenienti come il peso e l’elevato consumoQueste tipologie di forno sono perfette per chiunque voglia cuocere in un minuto una pizza napoletana verace e, allo stesso tempo, trasformare la cucina in un luogo dove organizzare favolosi show cooking.

5. L’importanza del ruolo del pizzaiolo

La professione del pizzaiolo oggi ha acquisito una maggiore rilevanza, soprattutto per quanto riguarda gli show culinari, anche se spesso si perde di vista il senso stesso della professione che non deve limitarsi alla foto della pizza che ottiene più like.

Il bello di questa professione è che si ha la libertà di poter esprimere sé stessi attraverso il proprio lavoro. Questa libertà e questa passione vanno condivise anche con i clienti e con chi assiste a un evento show cooking. La pizza è, per l’appunto, condivisione, con molta sostanza di base.

Per questo motivo, la formazione del pizzaiolo dà una base di partenza valida, costruttiva, pulita e qualificata. Un pizzaiolo ben formato può quindi introdurre il proprio talento, riuscendo a coinvolgere il pubblico semplicemente attraverso la cottura della pizza a vista.

6. La promozione: elemento indispensabile

Pianificare uno show cooking senza investire sulla sua promozione non ha senso e si dovrà necessariamente divulgare l’evento in modo efficace. Evitare il “fai da te” è fondamentale, specie se non si ha alcuna esperienza o dimestichezza con la grafica. In questo caso, si potrà ricorrere ad un grafico per la creazione della locandina dell’evento e, perché no, di fogli da distribuire con le ricette (o i prodotti da promuovere).

Servirà del tempo per promuovere l’evento culinario sui social network, come ad esempio Facebook e Instagram. Nelle comunicazioni e nella pubblicità sarà opportuno lasciare sempre dei recapiti per la prenotazione allo show cooking.

Se lo scopo dell’evento è la promozione di strumenti e prodotti, bisognerà studiarli il più possibile per argomentare al meglio lo show cookingNessuno ascolterebbe uno show silenzioso perché si sentirebbe poco coinvolto e, in alcuni casi, escluso. Avere una conoscenza adeguata di ciò che si sta facendo, farà diventare positiva l’esperienza del pubblico.

Parlare senza lasciare spazi di vuoti, allontana l’imbarazzo di chi sta osservando. Inoltre, si potrà rispondere in modo pertinente alle domande che sorgeranno durante l’evento. Potrà sembrare scontato, ma la differenza tra un buon evento e un evento indimenticabile sono i dettagli.

Parola d’ordine: coinvolgimento (emotivo e sensoriale)

La quantità e varietà di proposte di questo genere è davvero ampia, ed è curioso notare come da nord a sud della penisola ognuno usi show cooking o cooking show in maniera pressoché indifferente. Che si dica in un modo o nell’altro, un evento di questo tipo è essenzialmente una performance live, in cui uno chef o un pizzaiolo cucina dal vivo, davanti a un pubblico, raccontando ricette, aneddoti, trucchi e curiosità alla platea su piatti che verranno subito dopo assaggiati.

Non bisogna mai dimenticare che la mission di un evento di questo tipo è quella di creare un coinvolgimento emotivo e sensoriale con il pubblico che andrà accolto, ascoltato e coinvolto. Il vero protagonista è proprio il pubblico: se la sua esperienza sarà positiva, il pizzaiolo avrà reso concreto lo sforzo di tutto ciò che risiede dietro le quinte di uno show cooking in cui la protagonista è la pizza cotta a vista: il marketing, la logistica e l’eventuale brand sponsor.

Riuscire a dare la sicurezza di avere nozioni e competenze in materia, farà crescere la motivazione anche in chi sta realizzando l’evento. Spesso, i ristoratori che organizzano show cooking sono mossi da un’incredibile passione per la pizza e per la buona cucina in generale.

Far arrivare tale passione a chi sta ascoltando è il modo più efficace per centrare la mission. Strutturare uno show cooking non è per nulla facile o banale. È come un vero e proprio spettacolo in cui regia e montaggio devono essere assolutamente in sintonia.

Contact Us

Not readable? Change text. captcha txt