Forno a legna da esterno: come organizzare i tuoi eventi con Alfa

Il forno a legna da esterno è uno strumento molto diffuso sia fra i pizzaioli professionisti che fra quelli amatoriali e per gran parte di loro rappresenta il fulcro delle serate estive. Con la bella stagione si possono sfruttare gli spazi esterni, un grande vantaggio specialmente per chi con questo strumento ci lavora, potendo allestire un secondo punto di cottura e soprattutto un maggior numero coperti.

Grazie alle belle giornate e alle temperature in aumento, avviene di solito un incremento del numero di bocche da sfamare, soprattutto nelle zone turistiche, dove alcune pizzerie triplicano il personale rispetto all’organico invernale, proprio grazie all’aumento dello spazio disponibile per lavorare.

Preparare le pizze utilizzando un forno da esterno, vuol dire accogliere le persone mostrandogli per prima cosa come viene realizzato il cibo che mangeranno, mettendo davanti ai loro occhi l’aspetto più importante del nostro lavoro e valorizzando la location. Il forno può quindi diventare un grande alleato nelle serate estive, sia per la qualità delle pizze che sforniamo che per l’accoglienza più calda che possiamo offrire ai clienti, ma anche per molte opportunità a cui il forno a legna da esterno ci apre le porte, ad esempio gli eventi che si possono organizzare con esso protagonista.

 

In questo articolo parleremo dei vantaggi offerti dall’utilizzo del forno a legna da esterno e di come può essere sfruttato dalle pizzerie per attirare i clienti.

Faremo inoltre alcune considerazioni sulla scelta del forno a legna nel caso di pizzerie mobili, cioè quelle che lavorano in modalità street-food, catering o a domicilio.

Infine parleremo dei forni a legna da esterno Alfa, dando alcuni consigli per organizzare eventi nelle pizzerie in cui l’attenzione viene catturata dalla prestazione del pizzaiolo, coinvolgendo i nostri clienti in vari modi.

Perché posizionare il forno fuori dal locale?

Le motivazioni che fanno preferire il forno a legna ad altri tipi di forni, di solito sono legate al prodotto migliore (sapori del legno e consistenza dell’impasto), alla maggiore produttività (breve tempo di cottura della pizza) e al suo fascino, che nasce dalla creazione manuale del calore e dalle tradizioni genuine delle cotture di una volta. Oltre a questi vantaggi principali, che sono dovuti al combustibile e alle caratteristiche del forno a legna, possiamo utilizzare questo strumento anche per altri scopi, specialmente se possiamo sfruttare gli spazi all’aperto.

Il forno a legna a vista, sia all’interno che all’esterno del locale, è in grado di catturare l’attenzione delle persone in maniera unica, perché unisce l’attrazione del fuoco e quella per il cibo, due fattori a cui siamo profondamente legati dal nostro istinto primordiale, due bisogni primari di sopravvivenza. Se a questi due importantissimi fattori aggiungiamo la bravura dei pizzaioli, otteniamo una calamita potentissima per catturare al cuore chi guarda: può rappresentare un modo per accogliere i clienti, come una calorosa stretta di mano, facendogli subito una promessa sulla qualità della pizza e sul calore umano del nostro locale.

Inoltre il forno a legna è anche più gratificante da utilizzare, sia per i motivi che abbiamo appena citato e che vengono amplificati dal coinvolgimento della manualità, sia perché questa cottura richiede uno sviluppo maggiore delle nostre abilità rispetto agli altri tipi di forni, nel fare il fuoco e nel cuocere le pizze in metà del tempo.

Sommando i fattori che concorrono a creare la capacità di attrazione del forno a legna, alle possibilità che ci offre nello sfruttamento degli spazi esterni, possiamo individuare diversi modi in cui può tornarci utile per altri motivi, ad esempio per le tante attività che lo utilizzano come strumento di cottura aggiuntivo da sfruttare solo nei mesi estivi, ad esempio hanno un vecchio forno a legna in mattoni, che cuoce bene ma si affaccia sul parcheggio o sul magazzino.

Un altro caso frequente è quello di attività come gli agriturismi e i ristoranti che si trovano zone di campagna, che d’inverno non accendono mai il forno a legna perché riescono a soddisfare tutti i clienti della sala interna anche senza fare la pizza, che invece viene offerta d’estate perché si aggiungono molti tavoli all’aperto e la cucina da sola non è in grado di soddisfarli tutti in tempi rapidi.

Parlando dei forni di piccole dimensioni, abbiamo già visto nel nostro blog quali sono le complicazioni che nascono dal lavorare in uno spazio limitato, sia in cucina che in sala. Le pizzerie che hanno un giardino o quelle che possono mettere qualche tavolo lungo le vie dei centri storici riescono ad aumentare il numero di coperti nella bella stagione, in alcuni casi anche di 3 o 4 volte. Il forno a legna ci consente di far mangiare parecchie persone senza farle aspettare troppo, grazie alla rapidità di cottura delle pizze (ovviamente in relazione alla capienza del forno e alla velocità dei pizzaioli). 

Il forno a legna da esterno si presta benissimo ad essere il protagonista degli eventi che possiamo organizzare negli spazi all’aperto della nostra attività: abbiamo accennato alla capacità del forno a legna di attirare l’attenzione ed esistono tanti casi di successo nello sfruttamento di questo vantaggio. Parleremo più avanti di come organizzare un evento in pizzeria, una strategia che può rappresentare il nostro vantaggio per una stagione da record, non solo a livello economico ma anche a livello di immagine, reputazione e passaparola, in una parola marketing.

 

I vantaggi del forno a legna da esterno

Prima di parlare dei forni mobili e di come organizzare degli eventi nelle pizzerie, è utile riepilogare i principali vantaggi che ci garantisce del forno a legna da esterno:

 

1. La cottura a legna

Il fattore più importante è quello dell’alimentazione del forno, che riguarda anche i forni a legna da interno. Il combustibile naturale e la struttura del forno forniscono dei profumi inimitabili alle nostre pizze e ci consentono di cuocere a temperature molto elevate.

 

2. Lo spazio a disposizione

Nella maggioranza dei casi i limiti di spazio vengono meno quando lavoriamo all’aperto e possiamo quindi avere maggior comodità e libertà di movimento, ad esempio spostando e aggiungendo vari tavolini.

 

3. La circolazione dell’aria

Anche l’areazione è un fattore molto importante, perché i fumi prodotti dalla combustione non devono raggiungere le persone e abbiamo quindi bisogno di una canna fumaria. Nei forni interni questo rappresenta un problema perché c’è bisogno di fare opere murarie, mentre all’aperto basta arrivare ad un’altezza di due metri abbondanti e fare attenzione alla direzione del vento quando si sceglie la posizione che il forno andrà ad occupare.

Inoltre l’aria aperta è un grande vantaggio anche per i pizzaioli, che possono respirare più liberamente invece di soffocare nelle cucine piccole, calde e senza aerazione.

 

4. La facilità di installazione

Per i motivi appena citati, è molto più facile installare un forno a legna all’aperto piuttosto che all’interno. Dobbiamo considerare diversi criteri nella scelta della posizione del forno a legna, in base al forno che fa al caso nostro, all’organizzazione dei nostri spazi e a come vogliamo sfruttarlo.

Possiamo scegliere un forno a legna tradizionale con la sua struttura in mattoni a sé stante, oppure un forno da installare nella nostra cucina esterna, al fianco di altri strumenti come griglia e barbecue per realizzare non solo le pizze ma anche dei secondi e dei contorni cotti a legna all’aperto.

 

5. La possibilità di organizzare cooking shows

Il forno a legna infine ci consente di far apprezzare i nostri piatti non solo in base al gusto, ma anche in base all’esperienza che facciamo vivere ai nostri clienti, quella di assistere al lavoro dei pizzaioli e poter dare un’occhiata al fuoco e alle pizze che crescono. Questo fattore è sfruttato dalle pizzerie con i forni a legna a vista e può diventare un nostro punto di forza, se sapremo coinvolgere le persone e farle sentire parte della pizzeria durante la preparazione della loro cena.

Catering e street-food pizza

Apriamo adesso una parentesi sui forni mobili e sull’attività del pizzaiolo itinerante, che si sta diffondendo sempre di più.

La nascita di forni compatti e dotati di ruote destinati al mercato domestico, ha favorito la diffusione dei pizzaioli che lavorano in modalità street-food, cioè posizionando il forno su un mezzo di trasporto mettendosi a cuocere le pizze nei centri delle grandi città, o in ogni tipo di evento e festival.

Altri invece hanno sviluppato la formula del pizzaiolo a domicilio, un professionista che lavora su appuntamento presso gli spazi aperti scelti dal cliente, portandosi dietro il forno, la legna, l’impasto, tutti gli ingredienti e gli strumenti per fare le pizze, che gli vengono richieste dalle persone presenti all’evento.

Un forno progettato per i food truck viene incontro alle esigenze di un professionista che ha poco spazio e che deve spostare continuamente il suo strumento. Il pizzaiolo itinerante ha bisogno di un forno non molto grande, realizzato in materiali robusti ma leggeri per essere facile da trasportare e che consumi poca legna. Questi pizzaioli devono infatti prestare particolare attenzione a scegliere la giusta tipologia di legna, che oltre a determinare il buon sapore delle pizze, dovrà avere anche un’ottima resa calorica, in modo da evitare di doverne portare in giro moltissima.

Un altro fattore da considerare è l’impasto per le pizze, dato che dovrà viaggiare per qualche chilometro e molti non hanno modo di trasportarlo in un ambiente refrigerato. Questo comporta la necessità di porre maggior attenzione al rapporto fra temperatura ambiente e quantità di lievito quando facciamo il nostro impasto, per evitare che lieviti troppo diventando poco elastico e difficile da stendere.

La stessa considerazione relativa alla temperatura a cui si tiene l’impasto quando dobbiamo trasportarlo riguarda anche tutti gli altri ingredienti e il nostro consiglio è di cercare di limitare gli ingredienti più sensibili agli sbalzi termici, come formaggi freschi, pesce e uova. Pensando al menù da offrire in modalità itinerante, è opportuno ricercare la varietà più ampia possibile con il numero di ingredienti più basso possibile, preferendo gli ingredienti che non hanno bisogno di stare al fresco in modo da facilitare la gestione.

Infine, concludiamo il paragrafo dedicato alla pizza street-food e a domicilio accennando alla cura che bisogna avere non solo nel prodotto, ma anche nell’offerta complessiva che riguarda l’allestimento delle postazioni di cottura, l’impatto visivo dell’allestimento e la pulizia dei nostri ambienti, che deve essere sempre impeccabile per evitare contaminazioni di insetti sul cibo. Bisogna inoltre cercare di individuare quali sono gli eventi giusti a cui partecipare in base alle caratteristiche della nostra offerta, riuscendo a comunicare il nostro prodotto e il nostro brand.

 

Come organizzare eventi di successo in pizzeria

Considerando che stiamo parlando dei forni a legna da esterno, in alta stagione dobbiamo puntare a riempire il locale tutti i giorni e possiamo individuare vari motivi per cui organizzare eventi può essere un modo per attirare clienti nuovi e di ritorno.

Organizzare eventi in pizzeria può essere una carta vincente per riempire gli spazi esterni del nostro locale, anche nella prima parte della settimana, di solito più tranquilla.

Gli eventi possono essere di tanti tipi, la scelta dipenderà dagli spazi che avete a disposizione, dal numero di coperti e da fattori organizzativi. L’importante è mettere a fuoco l’obiettivo dell’evento: non dobbiamo pensare che l’unico scopo dell’evento sia vendere tante pizze. Questo è sicuramente il più importante se pensiamo alla cassa della nostra attività, ma bisogna anche vedere gli eventi come momenti da sfruttare per lavorare non solo quella sera, ma per far tornare quei clienti anche in futuro. È importante progettare un’offerta di eventi che riesca a valorizzare al massimo il nostro prodotto e la nostra location, stimolando il passaparola (fisico e digitale), per far sì che chi partecipa sia soddisfatto della serata e ritorni portando nuovi clienti.

Nell’organizzazione di un evento è importante pensare anche alla coerenza con il nostro brand e con il tipo di clienti che abbiamo. In altre parole, non dobbiamo organizzare un evento non allineato alla nostra immagine, per non allontanarci dalla clientela che già ci conosce e ci apprezza. Facendo un esempio, se la nostra pizzeria è frequentata prevalentemente da famiglie con figli piccoli o gruppi di ragazzini, sarebbe poco appropriato organizzare serate di degustazioni dei vini, perché il target è totalmente diverso.

Quando si pensa all’organizzazione di un evento possiamo inoltre decidere se farlo una tantum o se strutturarlo in una piccola serie. Nel primo caso, l’evento si svolge una volta sola (e il classico esempio è proiettare un’importante partita di calcio al maxischermo). Il secondo caso invece è molto più interessante per quello che ci riguarda, cioè l’aspetto strategico dell’organizzazione di una serie di eventi. Possiamo infatti stabilire un evento che si ripete a cadenza regolare e utilizzarlo per riempire il giorno della settimana con meno lavoro.

Le pizzerie delle zone turistiche che hanno spazio all’aperto sono le più fortunate, perché hanno molti clienti di passaggio e quindi diversi ogni sera. Questo gli dà la possibilità di ripetere sempre lo stesso evento, che se è fatto bene può funzionare per tutta l’estate. Questo è più difficile per chi invece lavora di più con i clienti fissi o che vengono di tanto in tanto, semplicemente perché assistere sempre allo stesso evento dopo un po’, può diventare noioso. Anche questi locali tuttavia hanno la possibilità di organizzare eventi tutte le sere, basta organizzarsi bene e saper variare (sempre coerentemente al nostro brand).

Infine dobbiamo citare l’aspetto della promozione dell’evento, per non rischiare che sia un flop. Anche in questo caso una regola precisa non c’è e la soluzione migliore dipende dal contesto in cui vi trovate e dal tipo di evento che volete promuovere.

Le soluzioni tradizionali come i volantini o i manifesti possono funzionare bene in alcuni casi, ad esempio nelle zone turistiche. Per tutti gli altri, il consiglio in generale è di puntare anche sugli strumenti digitali (sito web e social network), per poter raccogliere informazioni sulle persone interessate al vostro evento e fare delle campagne pubblicitarie mirate.

Idee per eventi in pizzeria, con il nuovo forno Alfa da esterno

Vediamo adesso alcuni spunti per organizzare eventi in pizzeria, affinché riescano a portare molta gente e a generare passaparola, per riempire i vostri tavoli all’aperto durante tutta l’estate.

L’inaugurazione del nuovo forno Alfa

L’inaugurazione del vostro nuovo forno dovrà essere l’evento di lancio della nuova stagione ed è importante che sia una festa coi fiocchi.

I forni Alfa sono realizzati con i migliori materiali e una tecnologia innovativa, per garantire un prodotto affidabile e duraturo, dalle ottime prestazioni energetiche e di cottura delle pizze. I forni da esterno Alfa sono progettati per durare a lungo e resistere all’azione degli agenti atmosferici, grazie alla spessa cupola in acciaio inossidabile che unisce funzionalità termiche e design in una grande capacità di arredare gli spazi esterni.

Vi abbiamo fornito nel nostro blog alcuni consigli su come scegliere il forno per pizzeria e vi ricordiamo le cose principali da tenere a mente:

  • Occorre tempo per conoscere a fondo un forno nuovo;
  • Bisogna considerare le differenze di stress a cui sottoponiamo il forno se si fanno poche pizze e senza fretta o se si deve sfornare a tutta velocità per 2 o 3 ore.

 

La gara degli impasti speciali

Questo è uno degli eventi più diffusi fra le pizzerie e consiste nell’organizzare una serata in cui si propongono ai clienti diversi tipi di impasto. Potete organizzare una sorta di torneo degli impasti lungo tutta la stagione estiva, una volta a settimana.

In queste serate i clienti daranno un voto agli impasti, scegliendo fra quello normale, il vincitore della settimana precedente e uno o due impasti sempre nuovi, per scoprire qual è quello che piace di più, che potrebbe finire stabilmente sul menù, anche d’inverno.

 

Che legna ti piace?

Questo evento è indicato per chi ha un pubblico informato e curioso, particolarmente affezionato al forno a legna. Potete pensare di creare un appuntamento ricorrente in cui andrete a modificare in tutto o in parte la legna utilizzata per cuocere le pizze. L’obiettivo è capire e far capire ai nostri clienti le differenze di sapore che si possono assaporare sulla pizza solo cambiando il legno, per far comprendere quanto studio sia necessario per raggiungere l’eccellenza.

Inoltre potete chiedere ai vostri clienti fissi (con questionari, sui social o di persona) il loro parere sul gusto che hanno trovato, in modo da raccogliere dati per capire quali fra i vari tipi di legna che faremo assaggiare è il preferito da più persone. Se i risultati sono incoraggianti si può anche pensare di utilizzare quel legno stabilmente, dando un tocco di unicità alla nostra pizza e al nostro locale.

 

Abbinamenti di birre e vini

Anche questo è un tipo di evento molto diffuso e può essere l’occasione perfetta di fare un’iniziativa di marketing combinato con delle cantine o dei birrifici della zona, che potranno sponsorizzare i loro prodotti nel nostro locale.

Per essere davvero ben fatto, a questo evento dovrebbe presenziare un sommelier o un assaggiatore di birra, in modo da coinvolgere le persone nella scoperta di tutti i sapori e degli abbinamenti che abbiamo creato ad hoc, con dei condimenti per le pizze particolari

 

Cucina esotica

Questi eventi a tema sono basati sulla cultura culinaria di altri paesi e possono rivelarsi un buon modo per organizzare una serie di eventi. Ogni volta basterà cambiare qualche decorazione o allestimento, la musica di sottofondo e soprattutto 4 o 5 ricette per il condimento e avrete messo a punto una serata messicana, cinese, indiana, francese, greca e chi più ne ha più ne metta.

 

Gli eventi per bambini

Anche questo è un grande classico, ma farlo bene è tutt’altro che facile. In queste serate i genitori vengono sia per far divertire i figli, che per stare tranquilli e godersi una cena sapendo che c’è chi bada ai bambini.

È importante trovare persone serie e qualificate per gestire i bambini e dobbiamo cercare di prevedere quanti saranno, in modo da consentire a chi si occupa di intrattenerli, di lavorare al meglio.

 

Serata solidale

Questi eventi vengono organizzati per supportare associazioni o enti che si occupano di volontariato, negli ambiti che preferiamo. Viene proposto un menù fisso, e si devolverà una parte dell’incasso a favore dell’associazione no profit che decidiamo di ospitare, oltre a far conoscere l’associazione facendola presentare durante la serata, per farle guadagnare ulteriori fondi o meglio ancora iscritti.

A livello di prezzi, di solito si considera di rientrare delle spese vive (al netto della donazione), regalando il lavoro e le spese indirette. Inoltre dobbiamo considerare l’impatto positivo sulla nostra immagine, poiché queste serate sono iniziative di marketing a tutti gli effetti.

Pronti ad una stagione da incorniciare con i forni Alfa?

Abbiamo affrontato il discorso sul forno a legna da esterno e su come può essere utilizzato per organizzare degli eventi nelle nostre attività durante la bella stagione. Iniziando dai vantaggi del forno a legna, abbiamo approfondito i motivi per cui è molto utile posizionare questo strumento all’aperto, in modo da presentarci ai clienti che arrivano nella maniera più sincera e coinvolgente possibile. Con questo strumento infatti non solo avremo un forno migliore per cuocere le pizze e per facilitare il lavoro dei pizzaioli, ma anche un biglietto da visita per i nuovi clienti, che darà un tocco in più al nostro locale.

Abbiamo poi parlato dei pizzaioli itineranti, una categoria che si sta diffondendo sempre di più. Questa categoria di professionisti lavora spostando tutta la pizzeria ad ha quindi delle esigenze specifiche sia per quanto riguarda il forno, che deve essere poco ingombrante e facile da trasportare, sia per altri fattori logistici come lo spazio disponibile in frigorifero, il numero degli ingredienti e la gestione dell’impasto.

Infine abbiamo parlato dell’organizzazione degli eventi negli spazi esterni del nostro locale, vedendo come coinvolgere i nostri clienti con delle serate pensate non solo per vendere tante pizze, ma per lasciare un buon ricordo alle persone che partecipano e fare in modo che ritornino con altri clienti.

Grazie all’utilizzo di vari strumenti (specialmente online), possiamo inoltre mettere in campo delle iniziative per raccogliere i contatti dei partecipanti, in modo da poterli ricontattare per altri eventi o occasioni particolari non solo riguardanti gli eventi estivi, ma anche nei periodi di bassa stagione.

È possibile organizzare una serie di eventi durante tutta la stagione estiva, in modo che quasi ogni sera ci sia qualcosa di diverso, ma bisogna pensare sempre alla nostra immagine e organizzare gli eventi coerenti con il nostro brand.

Concludiamo infine dicendo che Alfa realizza migliori forni progettati per gli spazi esterni, grazie alla grande cura dei materiali e dei progetti. I forni professionali Alfa sono in grado di rappresentare una svolta per la vostra attività, garantendovi un risparmio nei consumi e un figurone con i clienti, che resteranno catturati dal design elegante del vostro nuovo forno.