Forni a legna 2021: come scegliere il migliore per la tua attività

Grazie alle riaperture negli spazi all’aperto, molte attività ristorative possono cogliere l’occasione per rinnovarsi e rilanciare gli affari. Questo può avvenire in molti modi, specialmente grazie ad un nuovo strumento di cottura, scegliendo fra i migliori forni a legna 2021.

In un altro articolo del nostro blog, abbiamo avuto modo di vedere come rilanciare un ristorante con nuovo forno di alta qualità Una scelta che può consentire a ristoranti e pizzerie di rinnovare la propria offerta, migliorando sia l’immagine dell’attività, sia la qualità dei prodotti e del servizio.

Il forno a legna rappresenta l’anima della pizzeria e per una ripartenza efficace bisogna avere uno strumento professionale all’altezza della situazione, cioè un forno in grado di realizzare ottime cotture anche quando messo sotto pressione.

 

In questo articolo vedremo come scegliere il miglior forno a legna 2021 per rilanciare una pizzeria, approfondendo i vantaggi che è possibile sfruttare seguendo questa strada.

Inizieremo parlando delle cause che possono spingere un ristoratore a cambiare il proprio forno professionale. Esse coinvolgono importanti fattori come la qualità dei prodotti serviti, la facilità di gestione, l’efficienza produttiva o lo sfruttamento degli spazi esterni.

Proseguiremo analizzando i criteri su cui basare la scelta del miglior forno a legna professionale: le dimensioni dello strumento, il tipo di combustibile su cui si basa e il suo design (molto importante per le pizzerie con il forno a vista).

Concluderemo infine con una panoramica dei migliori forni a legna 2021 realizzati da Alfa, per aiutarvi a cogliere le differenze tra i diversi modelli e riuscire a scegliere quello giusto in base alle diverse esigenze di ogni caso specifico.

 

Perché cambiare il forno professionale?

Iniziamo parlando dei motivi che possono spingerci a cambiare il forno della nostra attività ristorativa. Va innanzitutto precisato che ogni situazione presenta diverse esigenze e i fattori che stiamo per considerare possono avere un peso diverso a seconda del contesto specifico.

Oltre al primo banale motivo, ovvero l’usura del forno che si ha attualmente, i fattori che possono spingerci a cambiare il forno professionale possono essere riassunti in quattro punti, cioè:

  1. Efficienza produttiva
  2. Qualità delle cotture
  3. Facilità di gestione
  4. Sfruttamento degli spazi esterni

Vediamo punto per punto in cosa consistono i diversi fattori che possono influire sulla scelta di cambiare il forno professionale.

 

 

1 – Efficienza produttiva

Il primo fattore da prendere in considerazione riguarda l’efficienza produttiva del forno, che consiste nella sua capacità di aumentare la quantità di cotture che possiamo fare in un certo periodo di tempo.

Potrebbe infatti essere necessario cambiare il forno professionale per via dell’elevata richiesta di pizze in poco tempo, che potrebbe spingerci ad installare nel nostro locale un forno più grande ed efficiente.

La capienza del forno è infatti uno dei parametri principali su cui basare la scelta e sarà infatti approfondito nel secondo paragrafo. Anticipiamo per ora il principio base secondo il quale all’aumentare delle dimensioni del forno aumenta la capacità produttiva ma aumentano anche i consumi di combustibile e il tempo necessari a raggiungere temperature elevate.

 

Dobbiamo inoltre considerare che un forno più capiente è anche più difficile da gestire, perché occorre seguire la cottura di molte pizze contemporaneamente e questo toglie tempo al pizzaiolo per le altre fasi della preparazione (stesura e condimento).

Oltre ad aumentare la capienza del forno del nostro locale, un altro modo per migliorare la produttività è quello di aumentare la temperatura di cottura delle nostre pizze, poiché potremo così ridurre il tempo di permanenza in forno. In questo caso è possibile migliorare l’efficienza produttiva della pizzeria senza dover dedicare più spazio al nuovo forno rispetto a quello vecchio, ma dovremo stare attenti ad una cottura più delicata.

Dotarsi di un forno troppo grande rispetto alle necessità di utilizzo e alle abilità del pizzaiolo potrebbe quindi rivelarsi controproducente, poiché aumenteremo i costi fissi senza la certezza di far fruttare l’investimento al massimo delle sue potenzialità.

In un altro articolo del nostro blog abbiamo approfondito il tema dell’efficienza produttiva, fornendo cinque consigli per aumentare la produzione oraria di pizze.

 

 

2 – Qualità delle cotture

Il secondo motivo che potrebbe spingerci a cambiare il forno professionale è rappresentato dalla volontà di aumentare la qualità delle nostre pietanze migliorando le cotture

Per ottenere una pizza di qualità infatti bisogna cercare l’equilibrio perfetto fra la ricetta del nostro impasto, il modo di preparare i condimenti e il tipo di cottura che vogliamo realizzare. Anche le migliori preparazioni possono infatti diventare una pizza mediocre, se gli sforzi compiuti vengono vanificati nella fase finale del processo realizzativo, la cottura.

È ad esempio il caso di chi ha un vecchio forno, che per quanto ancora affidabile, non riesce più a sopportare grandi sforzi, ed avrà quindi difficoltà a cuocere bene quando si devono fare molte pizze. 

 

In molti casi inoltre, cambiare il forno può essere l’occasione per cambiare il tipo di combustibile che utilizziamo per cuocere le nostre pizze. É il classico caso delle pizzerie che hanno il forno elettrico oppure a gas e decidono di sostituirlo con un nuovo forno a legna, o viceversa. 

Cambiando il tipo di strumento di cottura muta completamente la qualità dei prodotti che serviamo. Dovremo quindi imparare a conoscere il nuovo forno professionale. Abbiamo approfondito in un altro articolo del nostro blog come scegliere il forno professionale, fornendo degli spunti per capire qual è il tipo di forno adatto in ogni contesto specifico.

 

3 – Facilità di gestione

Il terzo importante motivo per decidere di cambiare il forno professionale è quello di facilitare la gestione operativa della pizzeria.

Un forno di bassa qualità, oppure uno con molti anni che inizia a perdere colpi, può rivelarsi un incubo per il pizzaiolo. Un forno dalla gestione complicata infatti impegnerà per molto tempo il pizzaiolo che dovrà fare più attenzione per ottenere delle buone cotture.

Questo implica che il suo tempo non è sfruttato nel migliore dei modi ed avremo quindi un abbassamento dell’efficienza produttiva della pizzeria, come abbiamo visto nel primo punto.

 

Cambiando il forno professionale, il pizzaiolo potrà tornare a dedicare alla preparazione delle pizze maggior attenzione, certo che le cotture saranno esattamente come se le aspetta.

Una volta che avremo preso confidenza con il nuovo forno, riusciremo a realizzare una grande quantità di cotture senza perdere in qualità, e riusciremo a farlo con una gestione operativa più efficiente.

 

4 – Sfruttamento degli spazi esterni 

L’ultimo motivo che può spingere un’attività a cambiare il forno professionale è rappresentato dalla volontà di spostare la pizzeria negli spazi esterni del nostro locale.

Questo può avvenire per vari motivi, ad esempio per risparmiare spazio nella cucina interna oppure perché si decide di rinnovare l’allestimento degli spazi all’aperto del nostro locale.

La ripartenza post Covid-19 inizierà sfruttando proprio gli spazi esterni, per via del minor rischio di contagio all’aperto piuttosto che al chiuso. Per questo motivo, moltissime attività ristorative si stanno ingegnando per sfruttare i propri spazi all’aperto in maniera più efficiente possibile, in modo da riuscire ad organizzare un servizio in sicurezza e ottimizzando le risorse disponibili.

 

Spostare la pizzeria negli spazi esterni del locale può inoltre consentire di sfruttare un altro vantaggio che può contribuire ad arricchire la nostra immagine: un’accoglienza più calorosa che andremo a riservare ai nostri clienti. 

Il forno infatti rappresenta l’anima della pizzeria e la scelta di lavorare con il forno a vista rappresenta una prova della passione che mettiamo nel nostro lavoro.

 

Il forno professionale da esterno può inoltre consentire di arricchire il nostro servizio con lo showcooking, sfruttando il lavoro del pizzaiolo anche come intrattenimento per le persone che aspettano la loro pizza.

I quattro fattori che abbiamo visto possono contribuire alla decisione di cambiare il forno professionale, ottenendo vantaggi che riguardano la nostra capacità produttiva, la qualità delle nostre pietanze e una gestione operativa semplificata.

Spostare il forno professionale negli spazi esterni dell’attività può infine consentire di riorganizzare i propri ambienti, sfruttando gli esterni in maniera efficiente e non solo per fini produttivi ma anche per migliorare l’immagine della nostra attività ristorativa.

Nel nostro blog potete trovare una comoda lista di punti per verificare se è arrivato il momento di cambiare il forno professionale.

 

Come scegliere il forno professionale?

Dopo aver visto quali sono i motivi che contribuiscono alla decisione di cambiare il forno della nostra attività, vediamo ora quali sono i parametri da considerare per effettuare una buona scelta del nuovo forno professionale.

Ogni diverso contesto ha infatti esigenze differenti, sia per quanto riguarda lo spazio disponibile che per le necessità dettate dai prodotti che si intende realizzare, oltre alle diverse scelte in merito allo stile del locale e del design degli ambienti (sia interni che esterni).

I criteri in base a cui scegliere il nuovo forno professionale sono infatti:

  • Dimensioni
  • Tipo di combustibile
  • Facilità di spostamento
  • Design

Approfondiamo di seguito i quattro fattori da considerare per la scelta del miglior forno a legna 2021.

 

 

Dimensioni del forno

Il primo punto riguarda le dimensioni dello strumento di cottura e le loro implicazioni in termini di produttività e di ingombro di spazio.

Abbiamo infatti visto nel paragrafo precedente che un forno più grande è in grado di garantire un aumento della produttività, a patto di avere sufficiente abilità per gestirlo in modo efficiente e abbastanza spazio da dedicargli.

Lo spazio disponibile è spesso uno dei problemi principali nell’organizzazione della cucina professionale e il forno per pizzeria è di solito uno degli strumenti più ingombranti.

Chi ha problemi di spazi ristretti nella cucina interna può decidere di spostare la pizzeria negli spazi esterni, come abbiamo detto poco fa. Anche chi ha spazi all’aperto non molto grandi può scegliere tra i migliori forni a legna 2021 un forno professionale di grande qualità ma dalle dimensioni contenute.

 

Questo tipo di strumenti ha un’elevata efficienza produttiva anche con una capienza media (dalle quattro alle otto pizze per volta), oltre ad importanti vantaggi come un consumo ridotto di combustibile (grazie ad un’elevata efficienza termica) e un design estremamente curato, capace di arredare gli spazi esterni.

Coloro che invece decidono di dedicare tutto lo spazio esterno per servizio ai tavoli possono sostituire il forno della cucina interna (che può essere a vista dei clienti o meno). Anche in questo caso, è possibile cogliere l’occasione del rinnovamento del forno professionale per risparmiare un po’ di spazio, scegliendo un forno professionale compatto ma estremamente efficiente.

 

 

Tipo di combustibile da utilizzare

Il secondo aspetto da considerare riguarda il tipo di combustibile che si vuole utilizzare per alimentare il nuovo forno professionale.

Il modo di produrre e diffondere il calore su cui si basano i diversi tipi di forni ha infatti un notevole impatto sulla qualità delle nostre pietanze, rendendo questa scelta di fondamentale importanza.

Possiamo riassumere le differenze tra i vari tipi di combustibile dicendo che il forno a legna è sicuramente più impegnativo da gestire (poiché richiede attenzioni continue), ma riesce a raggiungere temperature molto elevate e conferisce alle nostre pietanze gli aromi del combustibile naturale.

 

Il forno a gas e quello elettrico sono invece caratterizzati da una gestione molto più semplice, grazie al controllo automatico della temperatura e alla comodità nella pulizia.

Viene però a mancare l’aroma del legno e questo tipo di forni fa più fatica sulle temperature molto alte rispetto a quello a legna.

L’aspetto principale da considerare per scegliere il tipo di forno professionale più adatto alle nostre esigenze riguarda quindi la qualità delle cotture che intendiamo fare e la possibilità di sfruttare il forno per cuocere anche altre pietanze oltre alle pizze.

 

Va considerato inoltre che gli amanti della tradizione napoletana sono molto affezionati al forno a legna, che in effetti ha una marcia in più se riusciamo ad utilizzarlo in maniera efficiente.

La gestione più complessa non solo del processo di cottura, ma anche in quello di pulizia e di gestione delle scorte di combustibile, fa sì che molti ristoratori preferiscano utilizzare il forno a gas o quello elettrico, che consentono una maggiore comodità ed una grande versatilità di utilizzo.

 

Per evitare di dover scegliere, è possibile puntare sull’innovazione del forno ibrido.

Questa soluzione tecnologica sviluppata da Alfa fornisce la possibilità di utilizzare un forno a gas come se fosse a legna, potendo quindi scegliere il combustibile da utilizzare di volta in volta. Ciò è reso possibile dal kit hybrid, uno speciale coperchio per il bruciatore del gas che rende possibile utilizzare il forno a gas con l’accensione e la gestione con la legna.

L’innovazione del forno ibrido è quindi estremamente utile per coloro che non intendono rinunciare ai vantaggi di uno dei due combustibile tra legna e gas, riuscendo a sfruttare al meglio entrambi a seconda delle necessità che si presentano di volta in volta.

 

Facilità di spostamento del forno

Il terzo criterio da considerare nella scelta del  nuovo forno professionale riguarda la sua manovrabilità, cioè la possibilità di spostarlo facilmente. Questa è una caratteristica sempre più ricercata dai professionisti poiché consente un’estrema versatilità operativa.

Con un forno mobile è infatti possibile allestire la sala esterna in modo differente anche ogni giorno, in modo da sfruttare gli spazi che abbiamo a disposizione in base alle necessità che si presentano di volta in volta.

La mobilità del forno professionale è un fattore estremamente utile per le pizzerie che lavorano in più di un modo, ad esempio quelle dotate di un foodtruck per partecipare ai grandi eventi o quelle che organizzano serate di vario tipo nella loro struttura (ad esempio delle cooking class o degustazioni di un menù particolare).

Per le pizzerie tradizionali, che vogliono puntare sul classico forno fisso in pietra refrattaria, è invece un parametro trascurabile, dato che questo tipo di forni non può avere il vantaggio della mobilità, per via dell’elevato peso.

I forni mobili sono realizzati in acciaio (mantenendo la pietra refrattaria solo per la platea), un materiale che consente sia di alleggerire lo strumento che di migliorare l’efficienza termica, riuscendo a raggiungere alte temperature in molto meno tempo.

 

 

Design del forno

L’ultimo punto da prendere in considerazione nella scelta del nuovo forno professionale riguarda il design dello strumento e la sua capacità di arricchire i nostri ambienti.

Questo è un punto fondamentale soprattutto per le pizzerie con il forno a vista, sia nella sala interna che all’aperto.

 

Un buon design infatti consiste nello sviluppare le forme e selezionare i materiali per unire i vantaggi di funzionamento al gusto estetico, dando vita a strumenti di cottura efficienti e capaci di arredare gli ambienti.

Un forno di design consente di accogliere i clienti in modo estremamente caloroso, poiché sapranno subito quanta passione mettiamo nel nostro lavoro, grazie ad uno strumento in grado di comunicarla.

I quattro punti che abbiamo analizzato possono aiutarvi nella scelta tra i migliori forni a legna 2021. Bisognerà tenere in considerazione le peculiarità della vostra attività relative ai prodotti che si intendono servire e allo stile che si vuole dare agli ambienti del locale.

 

Perché scegliere fra i migliori forni a legna 2021 Alfa

La scelta del nuovo forno professionale è quindi un processo che coinvolge diversi fattori che come abbiamo visto possono ricoprire un ruolo più o meno importante a seconda del contesto specifico.

Abbiamo visto nel primo paragrafo che la necessità di un nuovo strumento di cottura può nascere da diverse esigenze. Esse sono relative alla quantità e alla qualità delle cotture, ad una gestione operativa più semplice o alla volontà di sfruttare gli spazi esterni.

In base alla situazione, si andranno a considerare i quattro fattori che abbiamo visto per scegliere al meglio il nuovo forno professionale, relativi alle dimensioni, al combustibile utilizzato, alla manovrabilità e al design dello strumento di cottura.

Concludiamo questo articolo accennando alle diverse possibilità offerte dalla gamma di forni per pizza Alfa dedicata ai professionisti.

 

Alfa realizza forni per pizzeria da più di quarant’anni e si è affermata come leader nello sviluppo del settore, grazie ad importanti innovazioni tecnologiche apportate a questo strumento di cottura.

Esse sono relative soprattutto al continuo miglioramento dei materiali utilizzati e ad alcune innovazioni a cui abbiamo già accennato, come la tecnologia del forno ibrido (gas e legna) e i vantaggi del forno in acciaio (leggerezza e mobilità).

Oltre ad ottime prestazioni termiche, i nostri forni possono vantare anche un design estremamente curato, in grado di comunicare la passione per il lavoro della ristorazione.

É possibile scegliere tra i migliori forni a legna 2021 modelli Alfa molto diversi tra loro, per stile e dimensioni. 

 

Oltre ai forni tradizionali ci sono infatti vari modelli di forni in acciaio (a legna, a gas o ibridi) andando da una capienza contenuta come nel caso di Quattro Pro, ad una più grande, ad esempio con Opera.

Quale che sia il contesto lavorativo del vostro locale e il tipo di pietanze che volete cuocere, la gamma di forni professionali Alfa può consentire a tutti di trovare la soluzione perfetta per le proprie esigenze

I modelli Alfa sono tra i migliori forni a legna 2021 e scegliendo una delle soluzioni che vi proponiamo potrete dotare la vostra attività di uno strumento professionale di grande qualità, in grado di garantire una grande quantità di pizze cotte alla perfezione per molti anni di lavoro.